Archivio news 08/11/2019

Peperino La Rustica 3 : 3 Jamaica Team

Prima Giornata di Serie A #CenturionLeague

Nel primo appuntamento della stagione si divertono e fanno divertire due vecchie conoscenze del torneo, i campioni in carica del Peperino La Rustica e l’intramontabile Jamaica Team, chiudendo le ostilità con un pareggio ricco di gol che alla fine rispecchia e rende giustizia a quanto portato in campo da entrambe le squadre.

Lo spartito della gara vede un Peperino decisamente più aggressivo in avvio, marcature strette, pressione alta sulla linea del giro palla difensivo, attacchi veloci e pericolosi in pieno “stile D’Amora”, sebbene il primo pericolo nasca al 4’ dal collo-esterno destro di Lotti, che calcia di poco al lato del palo della porta protetta da Cittadini.
All’ 8’ la prima rete della gara: Colasanti con freddezza spiazza Anelli e trasforma un calcio di rigore scaturito da un tocco di mano in area da parte del n° 00 Buffa della Jamaica Team sullo svolgimento di un calcio d’angolo; palla a destra, portiere a sinistra e 1:0 per i padroni di casa.
Accenna una reazione la squadra di Mr Grenga, che produce più gioco ma senza trovare precisione sotto porta. Non si perdono d’animo comunque i Gialloneri, che al 12’ si vedono negato il pareggio solo grazie ad un intervento provvidenziale sulla linea di porta del n°2 Anastasio, dopo che su imbucata di Lotti un ottimo Silvagni era riuscito con una finta a saltare il portiere avversario e ad incrociare verso lo specchio da posizione defilata; sfortunati i Jamaicani, bravissimo l’esterno basso del Peperino a seguire l’azione fino all’ultimo.
Il gol della Jamaica però è nell’aria, e arriva al 19’ quando Cittadini manca il controllo su uno sporco, ma tutto sommato facile, retropassaggio di un suo compagno, concedendo calcio d’angolo. Bella palla tesa al centro dell’area e in corsa Appolloni prende il tempo al decisamente più alto difensore del Peperino (un po’ ingenuo) colpendo bene di testa e mandando il pallone in rete dopo aver lambito il secondo palo, 1:1.
I Biancorossi dopo il pareggio rialzano il ritmo, in particolare con il proprio n° 11 Tomaselli che, scatenato sulla corsia di sinistra, trova una bella risposta di Anelli sul primo spunto e, con il secondo, va a portare nuovamente in vantaggio i suoi sul 2:1 dopo aver saltato in maniera secca un avversario e calciato con potenza (con probabile deviazione di Buffa che ha reso ancora più difficile il tentativo di parata di Anelli).
Il primo tempo si conclude senza ulteriori rilievi.
La ripresa vede la Jamaica decisamente più grintosa nelle sue intenzioni di rimonta, con un Peperino che un po’annaspante difende il proprio gol di vantaggio. Questo il copione del primo quarto d’ora abbondante del 2t, fino a quando mister D’Amora, dopo aver scampato un grosso pericolo su azione Giallonera che ha portato a una serie di tiri ripetuti verso la porta di Cittadini (bravo il portiere a sventare il primo, troppa foga per Silvagni nel calciare il secondo), chiama a raccolta i suoi chiedendo il Time-out.
É il 43’, sette ancora da giocare più recupero, ma il risultato è tutt’altro che chiuso e la Jamaica lo sa.
Nel giro di una manciata di minuti i ragazzi di Grenga trovano prima il gol del pari e poi incredibilmente, dopo una partita intera passata a rincorrere, quello del sorpasso!
Il 2:2 arriva su bellissima combinazione in velocità del duo Lotti-Celi con gol proprio di quest’ultimo dopo aver chiuso con il compagno un triangolo al limite dell’area avversaria. Il gol del vantaggio Giallonero è innescato invece al 46’ da un erroraccio difensivo del neoentrato Cortesi che sbagliando un disimpegno nei pressi dell’area regala palla al n°5 Silvagni, il quale ringrazia per il regalo e senza pensarci due volte infila Cittadini sul primo palo.
Un atteggiamento difensivo dei Biancorossi che è l’esatto contrario di quanto ci si sarebbe aspettato dopo il Time-out, chiamato apposta per riordinare le idee lì dietro.
Ma il calcio a 8 è fantastico, e proprio quando i ragazzi del Peperino sentivano l’amaro in bocca per una sconfitta maturata dopo aver condotto – nel risultato – la gara per 44’, proprio l’uomo che aveva innescato il gol del 2:3 Jamaicano, il n°3 Corsini, al 49’, su calcio d’angolo, stacca altissimo a centroarea e travolgendo (in maniera regolare) sia Appolloni che Menichetti insacca per il 3:3.

Una partita bella, giocata ad alta intensità, e con un finale al cardiopalma; proprio quello che ci voleva – e ci si aspettava – per aprire al meglio il campionato, con protagoniste due delle squadre con i mezzi per vincerlo. Complimenti ad entrambe!

Pietro Teofilatto.